il distributore «indipendente» nda si aggancia per la logistica a pde (feltrinelli) da cui provengono comunque voci preoccupanti. per il «servizio» gli editori distribuiti da nda lasceranno il 60% del prezzo di copertina al distributore… più 100 euro + iva al mese

ecco qua:

Cara Editrice, Gentile Editore,

ci siamo. Con il mese di Novembre arriva a compimento un processo di trasformazione cominciato undici mesi fa, quando ci fu chiara l’impossibilità di continuare ad avere al nostro fianco l’amministratore e socio Walter Magrini.
Quella tragedia, di cui ancora adesso fatico a comprendere lo spessore, per me e NdA ha accompagnato e simboleggiato, più di ogni altra questione, la crisi e la trasformazione in atto nel nostro mondo.
Su di un piano più generale, constatato che da circa due anni il modello su cui eravamo organizzati non reggeva più, abbiamo deciso di intraprendere un percorso che ci porti ad una trasformazione radicale da qui ai prossimi mesi e che ci permetta di reggere le sfide che il cambiamento epocale sta portando con se.

Sapete tutto, tutti, della crisi del mondo editoriale che, cominciata circa 15 anni fa, è arrivata a compimento nei giorni nostri.
Il modello produttivo, distributivo, di fruizione e vendita del libro, così come l’abbiamo conosciuto, e di cui siamo stati a modo nostro piccoli protagonisti, non regge più e andrà a scomparire progressivamente.
Non starò qui a discutere e disquisire sui perché e i percome, e sugli scenari possibili per il futuro, per fare questo abbiamo organizzato (vi abbiamo invitato e speriamo di vedervi protagonisti) un festival itinerante che partito da Rimini a Settembre 2013 girerà l’Italia per un anno e tornerà a Rimini a settembre dell’anno prossimo.
Il festival si chiama Insieme Fuori dal Fango e qualora vi siate persi qualche passaggio, maggiori informazioni potrete trovarle qui:

http://www.ndanet.it/resistenza-culturale-libro; http://insiemefuoridalfango.blogspot.it/ ; https://www.facebook.com/resistenzaculturale?fref=ts 

Attraverso il Festival itinerante stiamo tentando di tratteggiare gli scenari del futuro prossimo per capire come cambierà, e tentare in qualche modo di indirizzare, l’humus culturale e sociale da cui tutti i nostri progetti prendono vita e a cui sono rivolti.

Nel frattempo però c’è da organizzare la resistenza, salvaguardando quanto di buono è stato fatto fino ad oggi, valorizzandolo e “garantendolo” per il futuro.
Con questa comunicazione parleremo dei passaggi tecnico logistici che investiranno a breve gli editori da noi distribuiti in esclusiva e conseguentemente l’organizzazione della distribuzione e della promozione.
Per non appesantire troppo la comunicazione, in prossima ed immediata email affronteremo con nuove ed innovative proposte l’aspetto produttivo che prelude alla distribuzione.

Dal punto di vista distributivo in questi giorni abbiamo raggiunto un accordo commerciale con Pde Spa (la seconda distribuzione editoriale più grande d’Italia, di proprietà del Gruppo Feltrinelli) la quale dall’1 gennaio 2014 si occuperà di gestire per nostro conto la vendita al dettaglio, la movimentazione rese e l’accredito/addebito amministrativo, nei confronti dei clienti più grandi ed in generale, progressivamente, di tutte le librerie con regolare licenza.
Resterà in carico a NdA, dal punto di vista logistico, il magazzino centrale di fornitura editori/libri a Pde e la vendita al dettaglio nei confronti di fiere, manifestazioni, festival e librerie Interno4.

In sostanza, in una prima fase che si può ipotizzare in tutto il 2014, per voi editori non cambierà quasi nulla se non progressivamente vedere aumentata la razionalizzazione del vostro e nostro lavoro, un aumento delle vendite (non garantito ma probabile a fronte di un sicuro e garantito aumento in esposizione promozionale) e una maggior sicurezza amministrativa consolidata dall’appoggiarci ad una struttura importante come quella del Gruppo Feltrinelli.

Grazie a questa partnership NdA si concentrerà di più sugli aspetti promozionali e commerciali della sua attività, delegando a terzi la movimentazione merce in entrata ed in uscita.
La scelta di integrare la nostra attività su quella di Pde Spa è stata quasi naturale per la lunga conoscenza reciproca che ci lega al distributore toscano/milanese e la conseguente padronanza dei loro processi organizzativi, da noi conosciuti e frequentati costantemente in tanti anni.
Inoltre Pde Spa, a differenza di Messaggerie Editoriali (con i quali comunque abbiamo avuto un abbocco) ci garantisce un maggior controllo sui processi futuri che comprenderanno sempre di più un integrazione tra il nostro lavoro (che diventerà più promozionale) e il loro (che diventerà sempre più logistico) nei confronti di tutta l’editoria medio/piccola nazionale che andremo a rappresentare, uniti.

Spero che nessuno di voi dia per scontato e sottovaluti questa partnership con Pde Spa con tutto quello che rappresenta e comporterà: l’entrata a piedi uniti nel mondo “adulto” della distribuzione e il necessario impegno organizzativo e qualitativo che la vostra realtà dovrà mettere in campo per poter far fruttare al meglio questa opportunità.

Il passaggio, che come dicevo accompagneremo con ulteriori proposte e informazioni, prevede un immediato ritocco ai contratti tutt’ora in essere tra le nostre società. A questo proposito alleghiamo il nuovo contratto che annulla e sostituisce quello precedentemente sottoscritto, e che vi preghiamo di leggere e restituirci firmato in due copie entro e non oltre il 7 dicembre 2013.
Qualora alcuni di voi avessero sottoscritto in questi anni accordi di distribuzione regionale con altri distributori editoriali sarebbe necessario li disdettassero entro e non oltre il 31 giugno 2014 per estinguerli senza ulteriori strascichi entro e non oltre il 31 dicembre 2014.

Le variazioni sostanziali di questo nuovo accordo prevedono lo sconto fisso del 60% da riconoscere a noi per il lavoro di promozione e amministrazione/logistica nei confronti di Pde Spa (e dei restanti clienti) e l’istituzione di un contributo fisso/mensile che chiederemo a tutti i distribuiti, per contribuire alla gestione del magazzino centrale e per lo sviluppo di un ufficio commerciale che vi affianchi nella progettazione e commercializzazione.

Il nostro obiettivo è mantenere negli anni a venire le posizioni acquisite a fatica e con il sacrifico di tutti in questi anni, razionalizzare la produzione, aumentare la promozione e le vendite.
Semplici passaggi a parole che però semplici non sono per strutture piccole e indipendenti come le nostre in un mercato in grande cambiamento. C’è il rischio molto concreto che questa grande occasione vada sprecata se non adeguatamente sostenuta da un costante monitoraggio promozionale, e da un buon lavoro commerciale sulla produzione.

Del 60% di sconto che ci riconoscerete il 50-52% andrà a Pde Spa per il lavoro di distribuzione e incasso al dettaglio.
Il restante 8-10% resterà ad NdA per il lavoro di magazzino centrale, amministrazione e promozione, che intendiamo sviluppare nei prossimi mesi.

L’istituzione della quota fissa, che per i primi due anni considereremo in 100 euro al mese più iva ad editore, sarà destinata alla creazione di un ufficio commerciale dedicato che vi affiancherà nello stabilire, da tutto il punto di vista commerciale, la programmazione editoriale semestrale/annuale, le migliori iniziative promozionali e quant’altro necessario per una maggiore qualità nella produzione, e razionalizzazione, adatta ai cambiamenti.
Inoltre garantirà un costante e corretto flusso di informazioni tra voi, noi e la Pde.

In sostanza avrete una persona al nostro interno dedicata quasi esclusivamente a voi, per le questioni commerciali riguardanti la nostra attività e le vostre strategie.
Siamo fortemente convinti della forza di alcune vostre intuizioni e dell’onesta intellettuale che le sostengono, ma siamo altrettanto fortemente convinti che molti di voi abbiamo bisogno di un adeguato affiancamento professionale al minor costo possibile sul mercato. Allo stesso tempo se oggi riusciremo ad entrate tutti insieme in Pde sarà grazie al lavoro svolto da NdA in questi anni, alla sua professionalità ed al suo sacrifico che credo sia giusto riconoscere.

In questo senso, per rafforzarci tutti insieme, unendo materialità, professionalità, idealità e indipendenza, intendiamo l’istituzione di questi cambiamenti, necessari e fondamentali per la tenuta sul mercato dei nostri progetti per i prossimi anni.

A questa comunicazione come dicevo seguirà una specifica sulla produzione editoriale e un’ulteriore approfondimento sulle mansioni dell’ufficio commerciale che intendiamo istituire con la quota fissa mensile.

Salutandovi cordialmente rimango a disposizione pr qualsiasi chiarimento e vi rimando ai prossimi giorni in cui, dopo avervi dato il tempo di leggere e riflettere, vi contatterò uno ad uno personalmente.

Massimo Roccaforte (pregasi di rispondere via email all’indirizzo nda@ndanet.it e non a questo indirizzo. Grazie)

image

image